Ponte Alto, domenica 18 settembre pranzo pro-terremotati

Parte dell’incasso del pranzo solidale sarà devoluto alla zona di Montegallo nelle Marche

Un pranzo solidale pro-terremotati a base di pasta all’amatriciana e dei piatti della tradizione culinaria modenese e del Centro Italia: è quanto si sta organizzando per domenica 18 settembre alla Festa provinciale de l’Unità di Modena, in corso di svolgimento nell’area di Ponte Alto. Al pranzo solidale sono stati invitati a partecipare, tra gli altri, il commissario straordinario per la ricostruzione Vasco Errani, il responsabile del Dipartimento nazionale della Protezione civile Fabrizio Curci e Sergio Fabiani, il sindaco di Montegallo dove è al lavoro la Protezione civile dell’Emilia-Romagna e a cui saranno destinati i fondi raccolti nel corso dell’iniziativa.

La Festa provinciale de l’Unità di Modena, in corso di svolgimento nell’area di Ponte Alto, sta organizzando per domenica 18 settembre un pranzo solidale, una parte del cui incasso sarà devoluto alla zona di Montegallo, nelle Marche, dove è al lavoro la Protezione civile dell’Emilia-Romagna, nell’intento di garantire un sostegno concreto alla prossima ricostruzione delle zone colpite dal sisma del 24 agosto scorso. Nell’occasione saranno aperti ben cinque ristoranti gestiti dai volontari. Il menù sarà a base di pasta all’amatriciana e di piatti della tradizione culinaria modenese e del Centro Italia. Sono stati invitati a partecipare il commissario straordinario per la ricostruzione Vasco Errani e il responsabile del Dipartimento nazionale di Protezione civile Fabrizio Curcio. Saranno, inoltre, presenti il sindaco di Montegallo Sergio Fabiani, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, l’assessore alla Protezione civile della Regione Emilia-Romagna Paola Gazzolo, il sindaco di Modena e presidente della Provincia Gian Carlo Muzzarelli, la dirigente dell’Agenzia regionale di Protezione civile Rita Nicolini e il presidente del Coordinamento regionale dei volontari di Protezione civile Volmer Bonini. “Dopo aver devoluto il 10% dell’incasso della prima serata della Festa alle popolazioni colpite dal sisma del Centro Italia – spiega il segretario provinciale del Pd Lucia Bursi – ci siamo interrogati, insieme alle gestioni dei ristoranti dei volontari, su come continuare a dare un aiuto concreto. Com’è noto, in questo momento servono soprattutto risorse. Ecco allora l’idea di un grande pranzo domenicale solidale a cui i nostri volontari hanno dato piena adesione”. I particolari del pranzo e delle modalità di prenotazione sono in corso di definizione e verranno resi noti al più presto per consentire una numerosa partecipazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...