In questa 4a #E-news; via l’ultimo #Cassonetto #Grigio, #UnioniCivili e #Domenica #Ecologica

Pubblico l’ultima e-news spedita questa mattina, dove scrivo di raccolta differenziata, di unioni civili e della prossima domenica ecologica…
Puoi ricevere direttamente sulla tua mail la mia e-news, per farlo ti basterà iscriviti compilando i campi che trovi cliccando qui

SE NE VA L’ULTIMO CASSONETTO 

Il 21 gennaio è sparito dal nostro territorio l’ultimo cassonetto stradale grigio. Dopo più di 10 anni dall’avvio del sistema del Porta a Porta, finalmente siamo arrivati alla conclusione di questo lungo cammino.  Siamo stati i primi in provincia di Modena ad introdurre questo sistema nel 2006, ed  oggi siamo finalmente alla introduzione della Tariffa Puntuale. Gli obiettivi sono ambiziosi:  superare l’80% di raccolta differenziata, produrre   70kg ad abitante annui di rifiuti indifferenziati,premiare i cittadini virtuosi. Nel 2015 abbiamo raggiunto e superato il 70% di raccolta differenziata e ci posizioniamo attorno ai 100kg di rifiuto indifferenziato procapite. Tutto questo viene fatto per un semplice motivo: salvaguardare l’ambiente. Infatti aumentare la nostra raccolta differenziata serve a mettere nel ciclo produttivo le materie prime che da questa se ne ricava, senza depredare il pianeta per estrarne di nuove. Ogni sistema che si avvia ha bisogno di un po’ di tempo per entrare a regime, in queste settimane potranno succedere disguidi, ritardi ed errori, che per essere risolti devono essere comunicati al gestore o al Comune. Dal  21 gennaio siamo passati in una nuova fase, da quella dello smaltimento, a quella del recupero e del riciclo. Negli anni il nostro territorio ha investito molto su questi temi, non solo sulla raccolta, ma anche su un moderno sistema di impianti di recupero che trovano sede a nord di Carpi (Impianto di Compostaggio, il Trattamento Meccanico Biologico, il sistema di recupero del Biogas che viene usato per produrre energia, CaRe che migliora la qualità delle nostre raccolte differenziate, Tred Carpi che recupera dagli elettrodomestici preziose materie prime).
Ricordo che chi abbandona un rifiuto non fa un dispetto a nessuno se non a se stesso, perché  danneggia l’ambiente,  commette un reato.

UNIONI CIVILI! FACCIAMO UN PASSO NELLA GIUSTA DIREZIONE

Credo che la discussione che sta nascendo attorno alla proposta di legge in questi giorni in Senato,  si sta trasformando in un dibatto ideologico, dove diventa sempre più profondo il fossato che separa i favorevoli ed i contrari. Un vecchio vizio Italiano, ovvero trasformare tutto in tifoseria. Aggiungo che  la stessa legge è già passata dalla Camera ottenendo una larga maggioranza, altra dimostrazione plastica a mio avviso che il bicameralismo perfetto italico ha fatto il suo tempo. Credo che la proposta di legge sia già una mediazione,  personalmente io sono per allargare il concetto di matrimonio non solo alle coppie eterosessuali, ma sono consapevole che questa scelta sarebbe lacerante in questo Paese in questa fase storica. La regolarizzazione delle  Unioni Civili non è altro che provare a regolarizzare qualcosa che in Italia c’è, il farlo significa rimettere in fase la politica e le istituzioni con un Paese reale che non aspetta le discussioni infinite e le non decisioni della politica. Oggi è incomprensibile che due persone che si amano non possono prendersi cura l’uno dell’altro perché in questo paese non esiste una legge che lo permetta, è incomprensibile che una coppia dove uno dei due ha un figlio, l’altro non possa occuparsi di questo, il che significa che non può fare cose banali come prendere da scuola questo bimbo, quando le lezioni sono finite, oppure non può stare nella stanza di un ospedale ad accudirlo, solo perché non c’è una legge che lo permetta. Oggi quella coppia vive, mangia, dorme, si ama, sotto  lo stesso tetto, ma uno Stato gli impedisce di accedere ad un minimo di diritti, e quindi di doveri. Quando lo Stato pretende di decidere cosa devo fare nella mia sfera sentimentale, quando decide lui cosa è giusto e sbagliato in amore, credo sia uno Stato cattivo, oltre che autoritario. Questi ci chiamano DIRITTI CIVILI, non sono né di destra né di sinistra, sono semplicemente giusti. Dove c’è amore c’è una coppia, che sia o meno eterosessuale. Tantissimi Comuni compreso il nostro, hanno un registro delle Unioni Civili, la legge se approvata permetterà a queste coppie di potersi prendere cura, di potersi relazionare con le istituzioni pubbliche nello stesso modo in cui oggi questa coppia si relazione con la società civile che li circonda. Facciamo un passo nella direzione giusta, facciamo un passo verso il presente.

DOMENICA 31 GENNAIO DOMENICA ECOLOGICA STRAORDINARIA 

Polveri sottili oltre il limite, 31 gennaio Domenica ecologica straordinaria

Domenica 31 gennaio a Carpi a causa dei superamento per sette giorni consecutivi dei limiti delle polveri sottili presenti nell’aria (così come previsto dal Piano Aria Regionale) sarà in vigore un blocco straordinario della circolazione, dalle ore 8.30 alle ore 18.30, per i veicoli a benzina con omologazioni Euro 0 ed Euro 1 e per tutti i veicoli diesel anche se Euro 3; non potranno inoltre circolare motocicli e ciclomotori a due tempi precedenti alla normativa Euro 1. Confermato anche il blocco dei veicoli commerciali a gasolio fino all’Euro 3 (esclusi quelli Euro 3 fino a 3,5 tonnellate). Potranno circolare liberamente le auto elettriche e ibride, quelle a metano e a Gpl, le auto con almeno 3 persone a bordo (car pooling) se omologate per 4 o più posti, e con almeno 2 persone se omologate a 2 posti, oltre ad altri mezzi dotati di deroga, come quelli dei portatori di handicap. Saranno inoltre vietate sul territorio comunale fino a martedì prossimo le operazioni di bruciatura di materiali vegetali di origine agricola.
L’area interessata a questi provvedimenti è quella consueta, compresa cioè tra via Carducci, via Petrarca, via De Amicis, via Volta, via Tre Febbraio, via Cavallotti, via Catellani e via Garagnani (le strade perimetrali sono percorribili liberamente).

Per informazioni
Polizia Municipale – tel. 059 649555
Quicittà – tel. 059 649213/649214
Settore Ambiente – tel. 059 649081
http://www.carpidiem.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...