Chiedo  al  Pd della mia Regione di farsi portatore di una proposta; quella di ridurre gli emolumenti dei consiglieri regionali.

regione_E_R

Si avvinano le elezioni Regionali e dopo 15anni di governo da parte del Presidente Errani si profila un rinnovamento. Nel Pd si terranno le primarie per la scelta del prossimo candidato a Presidente, i nomi sono due quello di Balzani ex sindaco di Forlì e di Bonaccini attuale segretario regionale.

La prossima scadenza elettorale sarà combattuta su molti fronti, l’impressione che ho però è che non parleremo di cose serie e concrete, ma solo di avvisi di garanzie e di indagini.

Io vorrei invece che il confronto si sviluppasse ad esempio su cosa pensiamo del ruolo delle regioni, della loro autonomia, di quali competenze si terranno a seguito del superamento delle provincie, di quali risorse metteremo  in campo per innovare e modernizzare una delle regioni più avanzate d’Europa. Insomma vorrei parlare del ruolo dell’Emilia Romagna, e la  voglio immaginare ancora come un grande laboratorio politico, culturale ed economico, che mette al centro la qualità della vita dei suoi cittadini.

Per fare questo,  sento il bisogno di sgombrare il campo da una discussione che oggi, per colpa della politica e non della magistratura,  ha assunto una priorità, ovvero la moralità che gli amministratori pubblici debbono avere nella loro azione.

Sono certo che  la stragrande maggioranza degli amministratori pubblici della nostra Regione, che siano consiglieri comunali, assessori, sindaci fino al presidente regionale Errani, sono persone serie che hanno mettono  al centro l’impegno e spirito di  servizio, Siamo la Regione con il minor numero di consiglieri Regionali in proporzione alla popolazione, siamo quelli che hanno tolto il vitalizio, le auto blu e ridotto i contributo ai gruppi consiliari.

Chiedo  però al  Pd della mia Regione di farsi portatore di una proposta; quella di ridurre gli emolumenti dei consiglieri regionali.

Credo che lo “stipendio” di un consigliere regionale debba essere agganciato a quello dei Sindaci delle grandi città. Non credo infatti che  il Sindaco di Modena abbia meno responsabilità o sia meno impegnato di un consigliere regionale, quindi non si spiega per quale motivo un consigliere regionale debba percepire  uno “stipendio” più alto. Non posiamo chiedere sacrifici ai cittadini se poi per primi non li facciamo noi che li chiediamo. Una proposta di questo tipo sarebbe l’ultimo tassello di una più generale riduzione dei costi della politica che la nostra Regione ha messo in campo ed immagino  sarebbe un passo deciso verso le aspettative di molti nostri elettori hanno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...