Rete fognaria, i prossimi interventi

Tosi: “individuate le priorità, necessari bacini di laminazione” –Comunicato n.194 del 31/7/2014
Analisi dei punti della rete fognaria andati in crisi con le piogge eccezionali dei giorni scorsi, definizione delle prossime priorità d’intervento, sarà richiesto un incontro con la Bonifica dell’Emilia Centrale per valutare la realizzazione di bacini di laminazione sul territorio comunale. Queste in sintesi le conclusioni a cui sono arrivati i tecnici di Aimag e del Comune che questa mattina si sono incontrati all’indomani di quanto avvenuto e dei disagi subiti dalla cittadinanza. Via Lama e laterali, via Cattani-Colombo, via Magazzino-via Parma-via Ancona-via Giovanni 23esimo sono le zone di Carpi che maggiormente sono state colpite. Dove si è già intervenuti nei mesi scorsi come in via Berengario-via 3 Febbraio, a Cibeno, nella zona di via Don Davide Albertario, le soluzioni realizzate hanno migliorato la risposta della rete fognaria ad eventi meteorici come quelli di ieri. Si tratta dunque di individuare delle priorità di intervento futuro, e a questo è servita la riunione di oggi: in primis va risolto il tema del collegamento del sistema fognario cittadino con il canale di Gargallo, con la realizzazione di un’opera che passi sotto la via Cattani e consenta di migliorare la situazione nella zona di via Colombo. Poi è necessario realizzare un nuovo collettore per le acque chiare che consenta di evitare gli allagamenti nella zona del sottostrada di via Lama e dintorni. Infine va risolto il problema di via Parma-via Giovanni 23esimo-via Magazzeno. Si sta parlando di interventi da realizzarsi entro l’anno o al massimo entro il 2015, per un investimento di circa due milioni di euro, in parte stanziati dal Comune in parte da Aimag. “Va poi definita al più presto – spiega l’assessore all’Ambiente Simone Tosi – la data di un incontro con la Bonifica dell’Emilia Centrale per affrontare il tema dell’apporto che possono dare i canali superficiali alla rete di scolo delle acque bianche, in casi di precipitazioni eccezionali come quelli di ieri. I bacini di laminazione, sorta di piccole casse di espansione, sul territorio comunale potrebbero essere di grande aiuto in momenti nei quali i canali sono colmi d’acqua per l’irrigazione estiva e si devono scaricare grandi quantità d’acqua in arrivo dalla città in poco tempo”.
Nelle prime ore della notte di ieri, informa Aimag, si è verificato tra l’altro l’allagamento del depuratore centralizzato di Carpi in via Bertuzza a causa delle forti precipitazioni che si sono abbattute sull’area ed all’eccessivo invaso del canale di scarico che ha generato un rigurgito anomalo e straordinario all’interno dell’impianto mettendo fuori servizio tutti gli apparati elettrici al servizio del sistema di trattamento. Già nel corso della giornata di ieri si sono potute riattivare alcune sezioni depurative grazie all’ausilio di gruppi di generazione elettrica a gasolio, potendo per questo ripristinare, anche se solo parzialmente, la capacità di trattamento dell’impianto. Sono in corso in queste ore le fasi di ripristino di tutte le sezioni impiantistiche. Fin da subito è stata data comunque comunicazione agli enti di controllo competenti che sono costantemente aggiornati sull’evoluzione della situazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...