La scacchiera: l’alfiere Cigarini ed Apc

ScreenHunter_111 Sep. 25 11.55

Apprendiamo dalle cronache locali che un vecchio pezzo della scacchiera è tornato a calcare la scena politica locale. Il ritorno di Werter Cigaribi dalle dorate spiagge brasiliane mi spingono ad alcune riflessioni proprio su APC e sulle sue mosse. (le considerazioni su Werter ho avuto modo di scriverle su Facebook nei giorni scorsi)

Alleanza per Carpi è l’unica lista “civica” che ha dimostrato continuità e tenuta nel tempo, ma è anche l’unica lista civica che dichiara che i suoi fondatori sono stati UDC, Socialisti, Repubblicani e pezzi di delusi degli ex-DS, quindi di civico vero ne dichiarano proprio poco.

Ha ragione l’ex-sindaco e rottamato Cigariini, quando dice che Apc deve decidere cosa fare da “grande”, ha ragione quando

Ciganini e la Pivetti però fanno una analisi che li accumuna, che per loro il profilo di governo è semplice, “noi ci alleiamo solo con chi ci garantisce due assessorati, l’urbanistica e il sociale”. Ho l’impressione che lo dicano così insistentemente perché a sei mesi dalle si sono accorti che nessuno se li sta filando (considerando), ne da destra ne da sinistra. Il motivo è semplice, non solo gli attori appartengono ad un periodo politico “arcaico”, ma anche il loro modo di fare politica ricorda molto la “prima repubblica”.

Usando una metafora, APC mi sembra una bella ragazza che ha aspettato molto per decidersi di sposarsi, per il semplice motivo che si è sempre vista molto bella, e per questo ha sempre creduto di meritare di meglio rispetto a quello che si presentava davanti a lei, ora però è avanti negli anni, ha messo su qualche chilo di troppo, le rughe hanno preso il soppravvento, e gli spasimanti cominciano ad essere molto meno rispetto al passato, quindi questa ex bella ragazza cosa fa? Comincia a vestirsi ed a comportarsi come una ragazzina di 20anni, solo che ha 50.

Al suo interno APC ha forze fresche e un bravo comunicatore, che dovranno sforzarsi molto nel provare a trasformare una cosa vecchia, in una cosa nuova, ma tra sei mesi tutto sarà svelato. Di certo APC è in crisi, basta leggere i segnali; non trovano un candidato sindaco, pezzi dei fondatori escono come UDC e altri, non hanno stabilito quale linea tenere e come comportarsi alle prossime elezioni. Insomma regna il caos e in tutto questo ecco che rispunta Werter Cigarini, che prova a ridare slancio alla “sua” creatura trasformandosi in un alfiere, che tracciare linee e diagonali sulla scacchiera per impressionare gli avversari, ma la verve e il piglio di un tempo sono segnati dallo scorrere del tempo, ma soprattutto dalla non lungimiranza di una lista che non ha le idee chiare su cosa fare nel prossimo futuro…..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...