Miraggio Ikea: 28mila domande per 200 posti (Unità 6 agosto 2013 – SONIA RENZINI srenzini@unita.it)

Al via le selezioni a Pisa. Il sindaco Filippeschi: «Conferma che il lavoro è il problema dei problemi»

ScreenHunter_89 Aug. 06 09.24Già la corsa tra i comuni della costa toscana per ospitare il megastore di Ikea lo avevano fatto presagire, lo sbarco della catena di arredamenti low cost svedese era un boccone troppo da ghiotti per lasciarselo sfuggire in tempi di magra come questi sul versante dell’occupazione. I fatti lo hanno con-fermato. Appena pochi mesi dopo dal-la scelta finale dell’ubicazione, ai Navicelli di Pisa, il momento della verità è arrivato con il via libera alle selezioni per il personale il 15 luglio scorso, i curricula dovevano essere inviati rigorosa-mente on line entro la mezzanotte di domenica per 200 posti disponibili tra addetti ai servizi alla clientela, alla vendita, alla logistica e alla ristorazione. Il risultato ha superato qualsiasi previsione, un’esplosione di clic ha invaso il sito: 28.616 le candidature giunte. «È la conferma che quello del lavoro per i giovani è il problema dei problemi, per il quale serve ogni impegno, ognuno secondo le proprie responsabilità – commenta a caldo il sindaco di Pisa Marco Filippeschi – A Pisa abbia-mo dimostrato con una convergenza politica molto larga e con un impegno efficace del Comune che si può coglie-re un’occasione. Il dato, pur drammatico del numero di domande raccolte, di-mostra che abbiamo fatto bene». LA FAME DI LAVORO Una bella mole di lavoro per l’ufficio risorse umane di Ikea che ieri ha fatto sapere di avere già iniziato lo screening dei profili e di apprestarsi a contattare le persone selezionate per un primo colloquio. Questa la prima fase, la seconda prevede un colloquio di gruppo a tutti i candidati ritenuti idonei alla presenza dei responsabili dei vari re-parti (a partire dalla prima settimana di settembre), seguito da interviste individuali. «Ikea si impegna a dare una risposta a ogni candidato al termine del processo di selezione che continuerà fino a copertura di tutte le posizioni necessarie», si legge in una nota diffusa dallo store svedese che annuncia anche «importanti investimenti nella formazione trasversale e specialistica dei neoassunti, relativamente alla cultura aziendale, ai prodotti in assortimento e al sistema di vendita». Ma più dei proclami vale la certezza del posto di lavoro a tempo indeterminato, sia pure parziale come, dicono fonti sindacali, sono spesso i contratti Ikea. «La fame di lavoro è talmente tanta che si cerca di cogliere qualsiasi opportunità – dice il segretario della Cgil di Pisa Gianfranco Francese – sarà interessante vedere nei prossimi giorni più nel dettaglio i dati disaggregati, conoscere il titolo di studio dei candidati, ca-pire quanti sono rispettivamente gli uomini e le donne, ma anche quanti quelli che sono fuori provincia». L’impressione è che il via alla selezione degli addetti dello store pisano abbia richiamato persone da tutto il paese, senza nessun limite territoriale, perché il posto fisso vale ormai quanto la vincita della lotte-ria e non importa se è lontano da casa. «Il numero è imponente – continua Francese – ricorda i grandi concorsi del-la pubblica amministrazione degli anni passati, ma è anche lo specchio della situazione drammatica che sta vivendo il mondo del lavoro nel nostro paese. Questo ci dice una volta di più quanto sia necessario che il tema del lavoro di-venti il primo punto dell’agenda di ogni governo». E pensare che il lieto fine tra Ikea e le istituzioni locali toscane non era affatto scontato, solo due anni fa il management svedese proclamò la cancellazione dai propri piani di espansione in Italia del punto vendita Ikea nel pisa-no, a causa dei tempi lunghi e della burocrazia che gravava sul progetto presentato sei anni prima. Se l’annuncio mirava a smuovere le acque ci riuscì, la Regione prese ben salde nelle mani il filo della matassa e portò i vertici di Ikea a ritornare sui propri passi e ad aprire un secondo punto vendita in Toscana, dopo quello di Sesto Fiorentino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...