Gazzetta: Campedelli lascia senza un successore E punta sul centro

Il consuntivo ad un anno dalla fine del suo mandato «Abbiamo riqualificato il cuore della città e dato asili a tutti»
L’INTERVISTA »IL BILANCIO DEL PRIMO CITTADINO

campedelli_gazzetta

di Serena Arbizzi Oltre un milione di euro da mettere a bilancio in giugno per la manutenzione delle strade e per sanare le grandi buche pericolose per la viabilità, due progetti di grandi opere soltanto che verranno portati avanti nonostante il terremoto e primarie per l’elezione a sindaco all’interno del Partito Democratico. Questo il bilancio tracciato dal sindaco Enrico Campedelli: una sintesi dell’immediato futuro che arriva sia dopo nove anni di mandato come primo cittadino, sia ad un anno dalle elezioni che non potranno più confermarlo in tale carica. Campedelli è al secondo mandato e non potrà essere rieletto. All’interno del partito è nebbia fitta sul totonomine in vista delle amministrative, dopo l’esito infausto delle elezioni nazionali: se prima di febbraio i candidati papabili erano gli assessori Simone Tosi e Alberto Bellelli, oltre al presidente del consiglio Giovanni Taurasi, oggi occorre una ridefinizione del partito stesso, prima ancora di scendere nel dettaglio di chi dovrà rappresentarlo alle urne. Ma Campedelli ha le idee chiare: «Faremo le primarie anche per scegliere il candidato a sindaco. Molto è stato fatto in questi anni: penso alla ristrutturazione del centro storico, all’unione dei Comuni, al 40% dei nati che trova posto nei nidi e il 100% nelle scuole materne, superando i livelli medi di molte città italiane. Poi, penso alla scuola media di Cibeno: le aule verranno consegnate all’inizio dell’anno scolastico. E si andrà avanti con la piscina e con il parcheggio interrato del piazzale delle poste. Quest’ultimo è un bel risultato di project financing che porteremo avanti, proprio in questi giorni stiamo valutando alcune ipotesi progettuali». Sul tema del bilancio, che approderà in consiglio comunale il 27 giugno, tra i problemi che il sindaco indica come prioritari da risolvere ci sono quelli legati alla viabilità. «Speriamo di potere mettere a bilancio oltre 1 milione di euro per le strade della nostra città – prosegue Campedelli – per potere appianare buche pericolose e dissesti. Ne 2012, con il terremoto, il problema è stato rimandato. Ora speriamo di poterlo risolvere. Provvederemo anche alla manutenzione delle piante e questo significa tagliare esemplari malati per il bene dei cittadini: mi dispiace che sorgano dei comitati contro questo provvedimento…. Puntiamo molto, inoltre, sul centro storico: un dato che fa riflettere riguarda i cinema. Le sale in centro dall’anno scorso hanno dimezzato gli incassi, mentre quelle in periferia li hanno raddoppiati. Questo significa che dopo il sisma la gente non si sente più sicura nel cuore della città. Sono 4mila su 70mila i cittadini danneggiati dal terremoto, con 1200 inagibilità. Ebbene, il nostro intento è quello di proseguire nella valorizzazione del cuore pulsante di Carpi. Da quando sono sindaco io – conclude Campedelli – abbiamo tenuto in centro almeno cinque edizioni Radio Bruno Estate, due concerti dei Negrita, esibizioni di Patti Smith, Gianna Nannini, Irene Grandi, Elio etc… Festivalfilosofia, Festa del racconto, la Gran Fondo di ciclismo. E a chi dice che la nostra meravigliosa piazza non viene mai sfruttata a dovere, rispondo che o è appena venuto a vivere a Carpi, o ha la memoria corta e non conosce ciò che è stato fatto…».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...