LA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL TERRITORIO AIMAG RAGGIUNGE IL 60%

raccolta_differenziata Nel’ambito della gestione dei rifiuti per gli 11 Comuni gestiti da AIMAG si evidenzia, per il 2012, un calo complessivo delle quantità di rifiuti raccolti (da oltre 97 mila tonnellate si è passato a poco più di 95 mila); buoni i risultati per quanto riguarda la percentuale media della raccolta differenziata del territorio che sale dal 57,2 % al 59,7%; per i singoli comuni si rilevano dati eterogenei con territori che hanno sostanzialmente mantenuto o appena diminuito le percentuali raggiunte nell’anno precedente e invece comuni con aumenti molto importanti.

Due i Comuni con le percentuali più alte: sono Novi e Soliera che, rispettivamente con un 74,3% ed un 70,2%, evidenziano una crescita significativa (oltre il 19%) rispetto al 2011. L’incremento così rilevante, per entrambi i Comuni, è collegato all’adozione del servizio di raccolta porta a porta nell’autunno 2011 per un’area molto vasta dei rispettivi territori, coinvolgendo oltre 20.000 abitanti.

Sono tre i Comuni che si posizionano intorno alla percentuale del 60%  -e poco oltre: Carpi e Mirandola, entrambi con una leggera flessione rispetto all’anno precedente; poi San Possidonio che,  con una percentuale pari 59,8%, ha avuto una crescita di quasi il 10% rispetto al 2011. Un aumento particolarmente significativo ottenuto grazie alla riorganizzazione dei cassonetti –aumento dei cassonetti per la raccolta differenziata e diminuzione di quelli grigi per l’indifferenziato, introduzione di cassonetti con aperture a”conferimento limitato” – allo scopo di agevolare ulteriormente la corretta differenziazione dei rifiuti da parte dei cittadini.

Sono poi quattro i Comuni che si collocano fra il 51 e il 54%: Cavezzo,  Medolla, San Felice che mantengono sostanzialmente gli stessi risultati dell’anno precedente  mentre invece Concordia arriva a questa percentuale, ottenendo un incremento di oltre 6 punti percentuali rispetto al 2011. Questo significativo aumento è da ricondurre all’avvio, a maggio 2012, del sistema porta a porta che a Concordia non comprende l’area urbana ma solo le zone rurali, per circa 2500 abitanti.

Sono infine due i Comuni che si collocano appena sotto al 50%: San Prospero e Camposanto, entrambi confermando i dati dell’anno precedente.

Il presidente Arletti commenta: “Si tratta di un risultato eccellente. Siamo arrivati ad una percentuale media del 60% di tutto il territorio servito, con un aumento di 3 punti rispetto ai dati già molto buoni dello scorso anno. In due anni siamo cresciuti sostanzialmente dell’8%, un dato che testimonia il forte impegno dell’azienda e dei comuni in difesa dell’ambiente. E tutto questo nel contesto di un territorio che ha subito pesantemente le conseguenze degli eventi sismici del maggio scorso.

Dal punto di vista tecnico confermiamo la scelta, condivisa con le amministrazioni locali, del sistema porta a porta, che si è dimostrato lungimirante ed efficace.  Ad oggi sono oltre 90.000 gli abitanti serviti con questa modalità di raccolta e che ci permettono di ottenere risultati davvero soddisfacenti. Per questo  ci impegneremo, dal 2014, ad estendere questa modalità ad altre zone del territorio e a sviluppare ulteriormente l’impiantistica per il recupero di materia dai rifiuti”.

ScreenHunter_74 Apr. 23 17.23

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...