Ebook, un boom di vendite che fa bene all’ambiente

da:http://www.repubblica.it/ambiente/2012/04/11/news/ebook_fanno_bene_a_ambiente-33117720/

Sul National Geographic l’elogio dei libri elettronici, giunti ormai a contare per il 20% del mercato editoriale. "Ne servono 14 per consumare le risorse necessarie a un solo volume di carta"

 

Ebook, un boom di vendite che fa bene all'ambienteROMA – La progressiva sostituzione dei libri tradizionali con gli ebook contiene delle potenziali ricadute estremamente positive per l’ambiente. A ricordare la portata di questi benefici è il National Geographic nel suo "news watch" 1. Le vendite di testi elettronici (non solo libri ma anche giornali e riviste) è schizzata del 164 per cento tra il 2009 e il 2010, una crescita che è continuata anche l’anno successivo, quando l’ebook è arrivato a conquistare il 15% del mercato editoriale totale rispetto all’8% del 2010.
Un balzo in avanti che secondo gli analisti se la tendenza verrà confermata porterà gli ebook a coprire il 20% del mercato nel 2012 e il 75% nel 2025. Un boom da cui l’ambiente trarrà enormi vantaggi. Con la diffusione dei testi elettronici si ridurranno infatti i consumi di carta, inchiostro, suolo (per i magazzini) e tutti gli impatti negativi collegati con il trasporto. "I libri stampati – ricorda il National Geograpich – utilizzano non solo la carta ma anche enormi quantitativi di acqua ed energia. Naturalmente anche i lettori di ebook consumano risorse, ma rispetto alla stampa il totale della loro impronta ecologica è più basso".

Stando ad alcune stime il rapporto sarebbe addirittura di 14 a 1. Sarebbe necessario ovvero leggere 14 libri elettronici prima di consumare risorse pari a quelle utilizzate per un solo volume di carta. Sulla base di questi calcoli, grazie ai risparmi prodotti, è sufficiente utilizzare un lettore di ebook per un solo anno per compensare le sue emissioni di CO2.    
Un bilancio che può diventare ancora più positivo per quei gadget che oltre a fungere da lettori sono in grado di navigare in rete e gestire la posta elettronica. Per evitare che questi vantaggi vengano vanificati, avverte il magazine Usa, è però necessario migliorare le nostre capacità di riciclare i tablet e gli ereader arrivato a fine vita. Allo stesso modo bisognerà trovare un modo per evitare che la diffusione degli ebook si tarudca nella chiusura delle tante piccole librerie di quartiere che sopravvivono ancora faticosamente in giro per il mondo malgrado affiti spesso da capogiro e la spietata concorrenza dell’ecommerce.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...