Nota Congiunta del Partito Democratico e dell’Italia dei Valori di Carpi

Pd e Idv di Carpi, in relazione all’ipotesi di edificazione nella zona dei pozzi Hera e Aimag nel comune di Modena, approvano un Odg che impegna la Giunta carpigiana a vigilare attentamente sugli sviluppi della vicenda, prevedendo la possibilità di presentare osservazioni puntuali se non verranno accolti i suggerimenti e le osservazioni previsti dalla mozione della maggioranza carpigiana.

Il Consiglio comunale di Carpi ha discusso dell’edificazione di via Aristotele a Modena e, grazie all’approvazione di un Ordine del Giorno del Partito Democratico  e dell’Italia ei Valori, ha impegnato la Giunta carpigiana a vigilare attentamente sugli sviluppi della vicenda, prevedendo anche la possibilità di presentare osservazioni puntuali se non verranno accolti i suggerimenti e le osservazioni previsti dalla mozione della maggioranza carpigiana e dagli organi competenti di controllo per la tutela dell’ambiente e della salute.

Di fronte alla discussione sulle scelte urbanistiche operate dal Comune di Modena, sui progetti edilizi che interessano un’area prospiciente un importate campo pozzi gestito da AIMAG e da HERA (utilizzati anche da Comuni della Bassa modenese e del mantovano) e dalle informazioni raccolte pare che il Piano Particolareggiato in via Aristotele-via D’Avia a Modena interessi in modo diretto soltanto due pozzi, dati in concessione ad HERA.

L’Amministrazione carpigiana è  impegnata a monitorare gli sviluppo della vicenda perché la risorsa idrica è un bene comune finito, da preservare nel tempo come principale fonte di vita naturale, e come risorsa indispensabile sia per usi domestici, che industriali ed agricoli.

Il dibattito pubblico che è seguito alla presentazione dei progetti e/o Piani Particolareggiati da parte del Comune di Modena, ed in particolare il Piano Particolareggiato di via  Aristotele-via D’Avia, ha generato una certa apprensione e preoccupazione da parte di cittadini di altri Comuni, compreso il nostro. Sentimenti giustificati e comprensibili, ma a cui si accompagna una non completa conoscenza di tutti elementi del progetto  e  degli strumenti di governo del territorio come il PTCP, nonché un’evidente strumentalizzazione da parte dei grillini modenesi, che hanno trovato una sponda anche nel centrodestra locale e nella Lega.

La maggioranza in Consiglio comunale a Carpi ritiene che occorra valutare con attenzione la documentazione presentata a corredo dell’intervento urbanistico modenese proposto in via Aristotele-via D’Avia, nonché tutti i pareri degli enti coinvolti, affinché sia eventualmente resa evidente la necessità di prescrivere soluzioni tecniche ed interventi di carattere generale.

Pd e Idv di Carpi ritengono, nel pieno rispetto delle proprie e altrui competenze e pur non essendo oggi pienamente a conoscenza di tutte caratteristiche del Piano di via Aristotele-via D’Avia, di dover svolgere un’adeguata azione di monitoraggio e d’informazione puntuale sul tema, coinvolgendo la commissione comunale competente.

Pd e Idv hanno inoltre espresso piena fiducia negli organismi preposti alla tutela dell’ambiente e della salute, come ARPA, USL, ATO e Provincia di Modena, e nel loro giudizio rispetto l’intervento edilizio proposto, in particolare rispetto la tutela e lo sviluppo dei campi pozzi interessati. La maggioranza carpigiana ha impegnato la Giunta a tenere monitorato il percorso di approvazione del Piano Particolareggiato modenese per verificare se i suggerimenti proposti nell’Ordine del giorno siano accolti nella progettazione del Piano, o se, in caso contrario, ci sia la necessità di presentare osservazioni puntuali.

Di fronte a questo impegno preciso, che non prevede di fare ciò che non si può, ovvero decidere cosa fare nel territorio di Modena, le minoranze di destra e di sinistra (dalla lega ai grillini) hanno invece votato un Ordine del Giorno che chiede di attivarsi con “ogni mezzo per impedire” che in quel comune venga fatto ciò che l’amministrazione modenese decide, nella sua autonomia, di fare. Tutto ciò nella stessa serata in cui i grillini hanno presentato un Odg di solidarietà dei manifestanti anti-Tav, il che fa assumere a quell’idea di “impedire con ogni mezzo” contorni decisamente allarmanti. La demagogia e l’allarmismo non risolvono i problemi. Noi pensiamo che si debba vigilare e intervenire con osservazioni puntuali per salvaguardare gli interessi della nostra comunità, la strumentalizzazione la lasciamo ai grillini ed ai partiti del centrodestra che hanno votato il loro Odg.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...