Bagnasco: “serve un nuovo governo”

ANSA – TODI (PERUGIA) – Serve un “altro governo” che sia “più forte” di quello attuale in modo da affrontare i problemi del paese. Lo hanno chiesto tutte le associazioni cattoliche riunite in un seminario a Todi. Per le associazioni in questo esecutivo dovrebbero entrare “tutti i principali partiti”. Al termine del seminario i presidenti delle sette organizzazioni che hanno promosso l’incontro, hanno tenuto una conferenza stampa, durante la quale Raffaele Bonanni, segretario della Cisl, ha detto che “ci vuole un governo più forte, perché questo governo non va bene. Occorre – ha aggiunto – un accordo tra le principali forze su alcuni punti essenziali per il paese”. “Che questo governo non ce la fa – ha aggiunto Giorgio Guerrini, della Confartigianato – é sotto gli occhi di tutti. Se lo volete chiamare tecnico, di larghe intese o di responsabilità è una questione solo di parole. Il dato essenziale è che oggi non c’é più neppure interlocuzione con il governo, mentre occorrono scelte diverse”. BAGNASCO: RELIGIONE HA DIMENSIONE PUBBLICA, ESECRAZIONE PER VIOLENZE DI ROMA – “La religione non può essere negata e non riconoscerne la dimensione pubblica è un grave errore”. Questo a quanto si apprende uno dei passaggi dell’intervento che il card. Bagnasco, presidente della Cei, sta tenendo al forum di Todi. “Dove la religione – ha detto Bagnasco – subisce l’emarginazione palese o subdola, dove si pretende di confinarla nella sfera individuale come una questione priva di valenza pubblica, magari con la motivazione del primato della testimonianza silenziosa puntiforme o della neutralità rispettosa, l’uomo rapidamente declina sotto l’imperio di logiche illiberali, e diventa preda di poteri ridenti ma disumani”. “La dimensione religiosa è storicamente innegabile – ha proseguito – e si rivela anche ai nostri giorni una dimensione incoercibile dell’essere e dell’agire dell’uomo: negarla o non riconoscerne la dimensione pubblica significa creare una società violenta chiusa e squilibrata a tutti i livelli. Una società incapace di pensare e tanto più di attuare il bene comune, scopo della società giusta”. Bagnasco ha espresso “Esecrazione” per le violenze dei Black-bloc di sabato a Roma. “Il nostro animo – ha detto Bagnasco – è ancora segnato da quanto è accaduto sabato scorso a Roma, e non possiamo non esprimere la nostra totale esecrazione per la violenza organizzata da facinorosi che hanno turbato molti che intendevano manifestare in modo pacifico le loro preoccupazioni”.”Alle Forze dell’ordine – ha aggiunto il porporato – va la nostra rinnovata gratitudine e stima per il loro servizio, che presiede lo svolgimento sicuro ed ordinato della vita del Paese”. FORLANI: PER CATTOLICI SI APRE NUOVA FASE STORICA – “Siamo convinti che si è esaurita una fase politica”, quella della seconda Repubblica, e questo “ci fa ritenere che si possa aprire una nuova e originale fase storica per i cattolici della politica italiana”, che però non si traduce in “nostalgie del passato, e cioé verso la ricostituzione di una nuova Dc”. Lo ha detto Natale Forlani, portavoce del Forum delle 7 Associazioni Cattoliche, che hanno dato vita al seminario di Todi a cui sono state invitate tutte le altre associazioni del mondo cattolico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...